Cos’è e come si effettua una denuncia alla Polizia Postale…

Cos’è e come si effettua una denuncia alla Polizia Postale

Premessa: Questo scritto potrebbe riportare informazioni sbagliate e/o imprecise (in alcune parti) ma ho provato a spiegare sulla base di alcune esperienze da dove bisogna partire per arrivare ad una querela e fin dove si può arrivare pertanto occorre prestare molta attenzione ad alcuni aspetti da me enunciati e non prenderli totalmente alla lettera in quanto potrebbero rivelarsi inesatti. Denunciare un fatto o una entità umana alla Polizia Postale può essere in certi casi utile e in altri forse no, se una persona fa bene oppure no a rivolgersi alle Forze dell’Ordine può essere efficace da un certo punto di vista oppure vano dall’altro insomma tutto dipende dalla persona che intende compiere tale gesto. Non mi arrogo il diritto di sputare sentenze o macchiarmi di presunzione ma in alcuni isolati casi può succedere che i tempi per risalire al colpevole di una questione giudiziaria siano veramente abbondanti. Denunciare comunque non è nient’altro che l’atto con cui una qualsiasi persona fisica (uomo o donna che sia) fa presente ad un determinato Commissariato qualcosa che viola il suo interesse e questo qualcosa dopo accurate analisi viene appurato e scovato. Il tempo per sporgere una denuncia informatica è di 2 mesi da quando si apprende la notizia, per esempio se il 29 settembre 2011 dovessi scoprire su Badoo un profilo con le mie foto e i miei dati anagrafici e decidessi di denunciare quel profilo alla Pol Post per sostituzione di persona a mezzo Web lo potrei fare entro il 29 novembre 2011 perchè solo entro 2 mesi da quando si apprende la notizia può essere fatta. Se viceversa la facessi il 9 dicembre 2011 non potrei in quanto i termini per presentarla sarebbero inevitabilmente scaduti.

Cosa occorre per esporre una querela/denuncia e dove andare fisicamente

Sono necessarie essenzialmente due cose: 1) un documento d’identità valido (non scaduto) e 2) l’eventuale fotocopia di quel determinato oggetto da denunciare (sito, pagina Web, intervento, ecc. ecc.). Bisogna recarsi all’interno dell’ apposito “Ufficio Denunce” ove un agente si occuperà di scriverla al Computer.

Cosa accade dopo la presentazione di una denuncia

Il team della Pol Post dopo aver accertato che esiste quel determinato reato si attiva nelle indagini per riuscire a risalire al responsabile o alla responsabile. I tempi variano molto a seconda di quali siti si va ad investigare, se ovviamente si tratta di alcuni siti al di fuori dell’Italia (NON tutti) i tempi saranno un po’ più lunghi in quanto devono essere effettuate delle rogatorie internazionali per entrare in quel determinato spazio viceversa se sono nel territorio nazionale saranno più brevi. Una volta individuata la persona fisica che ha commesso il crimine viene chiamata a presentarsi alla sede della Pol Post della città in cui vive attraverso un “Biglietto di Invito” recapitato nella sua buca delle lettere oppure (ma è raro che accada) viene contattata per via telefonica (generalmente per fornire sommarie informazioni). Una volta che la persona si presenta nella sede presso cui è stata richiamata gli viene illustrata la situazione e viene immediatamente identificata a mezzo di documento d’identità, dopo l’identificazione viene stilato il verbale di denuncia con tutto quello che l’individuo ha da dire come indagato in merito all’accaduto. Le copie dei verbali vengono poi inviate a seconda di dove si è compiuta l’azione nelle Procure delle rispettive città in cui è stata esposta la denuncia e passa ai Pubblici Ministeri (PM), ogni PM legge scrupolosamente e con particolare attenzione tutte le carte che gli vengono sottoposte anche quelle che eventualmente la persona indagata produrrà e compie le sue indagini. Dopo averle compiute decide una delle seguenti procedure nei confronti dell’indagato o:
– rinviarlo a giudizio (in sostanza significa che dovrà sostenere un processo penale in cui egli è coinvolto, però lo sa già prima infatti se il PM nel corso dei suoi accertamenti decide di inviargli a casa il verbale con l’elenco di tutti gli elementi per cui sono presenti importanti indizi di colpevolezza conro di lui significherà che è quasi certo il rinvio)

oppure
– archiviare il procedimento penale (accantona nell’archivio dei procedimenti quello in oggetto e viene prosciolto dalle accuse).

L’opposizione all’archiviazione del procedimento

Se la parte offesa (il/la denunciante) decide di essere informata nel caso in cui fosse archiviato il procedimento penale può fare “Opposizione“, questo utile strumento rappresenta l’unico modo per tutelarsi e fare in modo che il PM prosegua nelle indagini, una volta richiesto questo, accade che il Procedimento va in Camera di Consiglio in cui un gruppo di legislatori decide il da farsi ascoltando sia la parte lesa sia l’indagato e viene dato un giorno in cui le due parti verranno sentite per deliberare il verdetto finale.

Copyright:

Guida
scritta dal
Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli
di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato
e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun
utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà
denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Info l34ndro
Trucchi & Consigli per il tuo pc e per il tuo blog ma anche sulla sicurezza informatica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: